Le città europee da visitare nel 2020

Il 2019 sta finendo e il nuovo decennio si aprirà con quello che gli esperti hanno già ribattezzato “l’anno dei viaggi”. Nazionali, internazionali, intercontinentali. Non conta dove andate, l’importante è muoversi, viaggiare, scoprire nuovi territori.

Se siete in cerca di consigli ecco le città da visitare nel 2020.

Si inizia da Salisburgo, con il suo festival che compie 100 anni. anniversario che sarà celebrato degnamente dalla splendida città tra le Alpi. Annoverato tra le rassegne più importanti del mondo, il festival è un tripudio di opere liriche, concerti di musica classica e spettacoli teatrali e nel 2020 lo sarà in modo particolare. Salisburgo darà il meglio per questo centenario, con mostre ed eventi speciali in tutto il centro storico, concerti, spettacoli di prosa, reading, matinée mozartiane e così via. L’apice, come sempre, sarà lo Jedermann di Hugo von Hofmannsthal, basato su un morality play medievale e messo in scena in tutto il suo splendore in Domplatz.

Restando in Europa non potete non visitare l’Irlanda, nella fattispecie la sua città più bella e intirigante: Galway. Stiamo parlando della prossima capitale europea della cultura, un appuntamento che sarà celebrato con un calendario fittissimo di appuntamenti: spettacoli di strada, performance artistiche live e arte digitale, nonché musica, teatro e danza di livello internazionale. Non ci sarà molto tempo per dormire.

Torniamo nell’Europa continentale, precisamente in Germania, dove Bonn si candida per essere la nuova stella nazionale. Il 2020 sarà il 250esimo anniversario della nascita di Beethoven e la sua città prevede un anno di concerti con orchestre, solisti e direttori di fama mondiale (tra cui Simon Rattle e Daniel Barenboim), ma anche installazioni artistiche e concorsi sintonizzati sul genio musicale di Beethoven, performance all’aperto e ‘concerti privati’ per cui i musicisti locali apriranno le loro case al pubblico. Il Theater Bonn metterà in scena il Fidelio, l’unica opera lirica del compositore, mentre la Beethovenhalle, la principale sala da concerti in città, riaprirà in tempo per le celebrazioni dopo il recente restauro.

Poi, in ordine sparso, ecco altre città da non perdere. Marsiglia, Lione e Bordeaux in Francia, meno gettonate e anche più economiche di Parigi. Norimberga in Germania, gioiello medievale e perla del rinascimento tedesco. Bilbao e Santander in Spagna.

Insomma, il 2020 lo dovrete passare con lo zaino in spalla, in giro per il nostro fantastico continente, tra bellezze naturali e artistiche, tra storia e tradizioni diverse. Lo dovrete passare in giro, portafoglio permettendo, ovviamente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *