Le professioni del futuro e le due competenze necessarie per poterle esercitare

Uno studio condotto dal World Economic Forum dal titolo “Il futuro del lavoro” prevede che si perderanno 5 milioni di posti di lavoro entro il 2020, mentre l’intelligenza artificiale, la robotica, la nanotecnologia e altri fattori di natura socio-economica si sostituiranno ai lavoratori umani.

Tuttavia, questi stessi progressi tecnologici creeranno anche 2,1 milioni di nuovi posti di lavoro, ma gli impiegati in lavori manuali o negli uffici amministrativi probabilmente non avranno le competenze necessarie per competere con queste nuove posizioni, considerando che la maggior parte di queste sarà destinata a settori specialistici come l’informatica, la matematica, l’architettura e l’ingegneria. Ciò richiede che i Governi e i datori di lavoro di questi settori formino i lavoratori per evitare una crisi.

Se non si interviene tempestivamente al fine di gestire la transizione e creare una forza lavoro con competenze a prova di futuro, i governi si troveranno ad affrontare il problema dell’aumento della disoccupazione, e le aziende con una base di consumatori in recessione”.

Nuove competenze per nuove economie

Quali competenze devono acquisire i lavoratori per dimostrare il loro valore mentre la quarta rivoluzione industriale è alle porte? Alcuni si sorprenderanno del fatto che verranno valorizzate principalmente le competenze ed abilità apprese in età prescolare

David Deming, professore presso l’Università Harvard, afferma che l’ambiente di lavoro, nel quale le persone si occupano di diverse mansioni e si confrontano per elaborare progetti, somiglia alle aule scolastiche, all’interno delle quali si apprendono alcune abilità sociali come l’empatia e la collaborazione.

Le competenze sociali come la condivisione e la negoziazione saranno fondamentali nel prossimo futuro“.

L’esperto ha indicato quelle che sono le mutevoli esigenze dei datori di lavoro e identificato le competenze che saranno necessarie per crescere nel mercato del lavoro del futuro. Insieme alle abilità sociali, quelle matematiche apporteranno un notevole beneficio.

Secondo il professore, negli ultimi anni, molti posti di lavoro che richiedono solo abilità matematiche si sono automatizzati. I cassieri di banca e i dipendenti degli istituti statistici hanno risentito delle conseguenze, mentre le funzioni che richiedono abilità sociali, operatori di assistenza all’infanzia, per esempio, tendono ad avere salari più bassi a causa della vasta presenza di candidati.

Uno studio condotto da Deming ha dimostrato che i dipendenti che combinano le abilità matematiche e le competenze interpersonali nelle economie basate sulla conoscenza del futuro possono trarre diversi vantaggi.

Deming ha aggiunto che ora la sfida spetta agli educatori che devono integrare l’insegnamento delle abilità tecniche, basate sulla matematica e l’informatica, secondo un approccio che possa far sì che i lavoratori del futuro abbiano le competenze sociali necessarie per competere nel nuovo mercato del lavoro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *