Il Regno Unito presenterà un progetto di legge per rendere effettivo il “Brexit”

Il ministro britannico per l’uscita dall’UE ha dichiarato che nei prossimi giorni presenterà una proposta di legge più chiara e diretta.

David Davis, il ministro inglese che si occuperà della transizione che porterà la Gran Bretagna fuori dall’Unione Europea, ha annunciato che “il governo presenterà nei prossimi giorni un progetto di legge più chiaro e diretto” al fine di rendere effettivo l’articolo 50 del trattato di Lisbona, che sancisce l’uscita di un paese dall’UE.

Rispettiamo la decisione della Corte Suprema e valorizziamo l’indipendenza della magistratura, ma ciò non cambia nulla: il Regno Unito lascerà l’UE“, ha affermato Davis durante una seduta in Parlamento. “Spetta ora al Parlamento autorizzare il Governo senza però mettere in discussione la Brexit”.

Presenteremo prossimamente un disegno di legge per rendere effettivo, il prima possibile, l’articolo 50. Non si può più tornare indietro. Cercheremo una soluzione che rappresenti al meglio gli interessi del Paese”, ha aggiunto il ministro.

La Corte Suprema del Regno Unito aveva respinto con sentenza il ricorso presentato dall’Esecutivo lo scorso 3 novembre, comunicando che Londra non potrà attivare l’articolo 50 del Trattato di Lisbona per uscire dalla Ue senza ottenere prima l’autorizzazione della Camera dei Comuni e della Camera dei Lord tramite approvazione di una legge ad hoc.

Il governo conservatore britannico aveva in precedenza indicato che, in caso di perdita del ricorso, avrebbe presentato una breve proposta di legge alla Camera dei Comuni richiedendo l’autorizzazione per rendere effettivo l’articolo 50.

Davis ha insistito dichiarando che “il punto di non ritorno reca la data del 23 giugno 2016” quando gli inglesi hanno scelto, attraverso un regolare referendum, di voler abbandonare l’UE. “Non stiamo intavolando un dibattito sul fatto che il Regno Unito debba lasciare o meno l’UE. La decisione è stata già presa dal popolo britannico“, ha affermato.

Lavoreremo con i colleghi di entrambe le camere per far sì che questo disegno di legge contribuisca a rendere effettivo l’articolo 50 prima della fine di marzo“, ha chiosato Davis di fronte ai parlamentari.

Secondo il ministro, l’obiettivo di questa iniziativa legislativasarà quello di conferire all’Esecutivo il potere di approvare l’articolo 50 e quindi di avviare il processo di uscita dall’Unione Europea“.

Il primo ministro britannico, la conservatrice Theresa May, ha sottolineato che l’avvio della trattativa con l’Ue sulla Brexit deve iniziare entro la fine di marzo. “L’impegno per portare a termine il divorzio dall’Ue nel rispetto del referendum continuerà inalterato, dato che al Parlamento spetta ora autorizzare il governo senza però mettere in discussione la Brexit”.

Il Regno Unito potrebbe già essere fuori dal blocco europeo nella primavera del 2019.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *